Qual è il trattamento per la brucellosi?

La pietra angolare del trattamento per brucellosi è antibiotici. A causa del tasso di ricaduta elevati associati con la malattia, l'uso di un multimedication (due o più) terapia antibiotica è raccomandata. Gli antimicrobici più comunemente usati includono doxiciclina (Vibramycin), streptomicina, rifampicina (Rifadin), gentamicina (Garamycin), e trimetoprim-sulfametossazolo (Bactrim, Septra). La combinazione di antibiotici utilizzati variano in base alla gravità della malattia, età e gravidanza.

Generalmente, una completa sei settimane di antibiotici è raccomandato, e tempestivo trattamento può portare ad un miglioramento dei sintomi e può anche prevenire le complicazioni associate brucellosi. Tuttavia, tassi di recidiva della malattia sono ancora circa 5%-10%, anche con il trattamento. A seconda della gravità della malattia, le complicazioni associate (eventuali) e il tempo di trattamento, il recupero può richiedere da poche settimane ad alcuni mesi.

Raramente, intervento chirurgico può essere necessario per alcune complicazioni associate con la brucellosi, come ad esempio la formazione di ascessi o di valvole cardiache infezione. Il tuo fornitore di assistenza sanitaria può essere necessario consultare altri medici, chirurghi compresi, specialisti di malattie infettive, o da un neurologo.

Quali sono le complicanze di brucellosi?

Generalmente, se opportunamente trattati con antibiotici in modo tempestivo dopo l'insorgenza dei sintomi, la prognosi per i pazienti con brucellosi è eccellente. Il tasso di mortalità è basso (<2%). However, several potential complications can develop and may include involvement of the following organ systems: Ossa e articolazioni
Sacroileite, spondilite, e osteomielite

Cardiovascolare
Endocardite (una causa primaria di morte), miocardite, e pericardite

Sistema nervoso centrale (neurobrucellosi)
Meningoencefalite

Gastrointestinale
Epatite, ascesso epatico, colite, e spontaneo peritonite

Genito-urinario
Orchite

Polmonare
Polmonite

Oculare
Neurite ottica e uveite