Quali sono le cause di varicella (Varicella)?

Varicella è una comune malattia della pelle infantile causata da una infezione virale. Il virus coinvolto è chiamato il virus varicella-zoster. Oggi, la varicella è meno comune negli Stati Uniti a causa di vaccinazione universale con il vaccino virus della varicella, anche se è ancora presente in popolazioni che non sono regolarmente vaccinati.

Varicella-zoster è spesso classificato con il comune, ad cosiddetti “esantemi virali” (eruzioni cutanee virali) come il morbillo (rosolia), Rosolia (rosolia), quinta malattia (parvovirus B19), virus della parotite, e rosolia (herpesvirus umano 6), ma questi virus sono estranei tranne per la loro tendenza a causare eruzioni.

Nelle popolazioni non immunizzati, maggior parte delle persone contratto la varicella per età 15, la maggior parte di età compresa tra 5 e 9, ma tutte le età possono contrarre. La varicella è generalmente più grave negli adulti e bambini molto piccoli rispetto ai bambini. Inverno e primavera sono i periodi più comuni dell'anno per varicella che si verifichi.

La varicella è causata dal virus varicella-zoster, che causa anche herpes zoster.

La varicella è altamente contagiosa e si diffonde attraverso il contatto con una persona con la varicella.

Febbre, disagio, ed eruzioni cutanee (macchie rosse, vesciche, e lesioni crostose) sono tutti sintomi e segni di varicella.

Il trattamento per la varicella è fondamentalmente di supporto.

Anche se di solito autolimitante, varicella può anche causare complicazioni più gravi, tra cui la polmonite, encefalite, e infezioni secondarie della pelle.

Il vaccino varicella ha portato ad una diminuzione dell'incidenza varicella da 90% negli Stati Uniti.

La varicella è altamente contagiosa

. E 'facilmente passare tra i membri delle famiglie e dei compagni di classe della scuola attraverso le particelle aerodisperse, goccioline di aria espirata, e fluido dal blister o piaghe. Anche può essere trasmesso indirettamente attraverso il contatto con capi di abbigliamento e altri oggetti esposti al drenaggio fresco di ferite aperte. I pazienti sono contagiose fino a cinque giorni (più comunemente, uno a due giorni) prima e cinque giorni dopo la data in cui la loro eruzione cutanea appare. Quando tutte le piaghe hanno crosta di sopra, la persona di solito non è più contagiosa.

Quali sono le possibili complicanze della varicella?

Le complicazioni possono e si verificano da varicella. L'infezione di vaiolo ferita aperta da batteri può danneggiare la pelle, a volte causando cicatrici, soprattutto se il paziente graffi della zona infiammata. Infezione batterica della pelle è, infatti, la più comune complicanza della varicella nei bambini.

Le complicanze più comune nei bambini agiscono sul sistema nervoso centrale e comprendono un disturbo della porzione cerebellare del cervello (atassia cerebellare con wobbliness, vertigini, tremore, e la parola alterata), encefalite (infiammazione del cervello con mal di testa, sequestri, e la riduzione della coscienza), nervi danneggiati (paralisi del nervo), e sindrome di Reye, una combinazione potenzialmente letale di malattie del fegato e cervello che può essere associato con aspirina.

(I bambini con la febbre non dovrebbe prendere l'aspirina.) Particolarmente gravi complicazioni possono verificarsi nei pazienti con AIDS, lupus, leucemia, e cancro. Le complicazioni si verificano anche in persone che prendono farmaci immunosoppressori, come il cortisone farmaci correlati.

I neonati le cui madri hanno la varicella durante l'ultimo trimestre di gravidanza sono a maggior rischio per la malattia. Se la madre sviluppa la malattia da cinque giorni prima a due giorni dopo il parto, il tasso di mortalità per il bambino è fino a 30%.