La diagnosi di lebbra

La maggioranza dei casi di lebbra sono diagnosticati dai risultati clinici, soprattutto perché i casi più recenti sono diagnosticati in aree che hanno limitato o nessun attrezzature di laboratorio disponibili. Macchie ipocromiche della pelle o macchie cutanee rossastre con perdita di sensibilità, ispessite nervi periferici, o entrambi i riscontri clinici insieme spesso comprendono la diagnosi clinica.

Macchie della pelle o biopsia materiale che mostrano bacilli acido-resistenti con la Ziehl-Neelsen o la macchia Fite (biopsia) in grado di diagnosticare la lebbra multibacillare, o se i batteri sono assenti, diagnosticare paucibacillary lebbra.

Altri test può essere fatto, ma la maggior parte di questi sono fatti da laboratori specializzati e può aiutare un medico per posizionare il paziente nel più dettagliata Ridley-Jopling classificazione e non sono fatto di solito (lepromina prova, fenolica glicolipide-1 test, PCR, Test di inibizione della migrazione dei linfociti o LMIT). Altri test come test di CBC, test di funzionalità epatica, creatinina di prova, o una biopsia del nervo può essere fatto per aiutare a determinare se altri organi sono stati colpiti.

lebbra è trasmesso

I ricercatori suggeriscono che M. leprae sono sparsi persona a persona attraverso le secrezioni nasali o goccioline. Tuttavia, la malattia non è altamente contagiosa come l'influenza. Essi ipotizzano che le goccioline infette raggiungere gli altri popoli’ passaggi nasali e iniziano l'infezione si. Alcuni ricercatori suggeriscono le goccioline infette possono infettare gli altri inserendo interruzioni nella pelle. M. leprae apparentemente non può infettare la pelle intatta. Raramente, gli esseri umani ottenere lebbra dalle poche specie animali di cui sopra.

Riscontrati negli animali rende difficile sradicare lebbra da fonti endemiche. Vie di trasmissione sono ancora oggetto di ricerca per la lebbra. Recenti studi genetici hanno dimostrato che diversi geni (circa sette) sono associati ad un aumento della suscettibilità alle lebbra; alcuni ricercatori ora concludere che la suscettibilità alla lebbra può essere parzialmente ereditabili.

Come viene impedito lebbra?

Prevenzione del contatto con goccioline di secrezioni nasali o altre di pazienti non trattati con M. leprae infezione è attualmente un metodo consigliato per evitare la malattia. Trattamento di pazienti con antibiotici appropriati arresta la persona dalla diffusione della malattia. Le persone che vivono con persone che hanno la lebbra non curata sono circa otto volte più probabilità di sviluppare la malattia, perché gli investigatori ipotizzano che i membri della famiglia hanno prossimità di goccioline infettive. La lebbra non è ereditaria, ma i risultati recenti suggeriscono suscettibilità alla malattia potrebbe avere una base genetica.

Molte persone esposte alla lebbra in tutto il mondo, ma la malattia non altamente contagiosa; ricercatori suggeriscono che oltre il 95% risultato di esposizioni a nessuna malattia, e ulteriori studi suggeriscono che la sensibilità può essere basata, in parte, da corredo genetico di una persona. Negli Stati Uniti, ci sono circa 200-300 nuovi casi diagnosticati ogni anno, con la maggior parte provenienti da esposizioni durante i viaggi all'estero. La maggior parte dei casi in tutto il mondo si trovano in zone tropicali o subtropicali (per esempio, Brasile, India, e Indonesia). L'OMS riporta su 500,000 a 700,000 nuovi casi ogni anno in tutto il mondo, con indurimento di circa 14 milioni di casi da 1985.

Non esiste un vaccino disponibile in commercio a disposizione per evitare che la lebbra. Tuttavia, ci sono segnalazioni di con vaccino BCG, il vaccino BCG con calore ucciso M. leprae organismi, e altre preparazioni che possono essere protettivo o contribuire a eliminare l'infezione o di abbreviare il trattamento. Tranne BCG in alcuni paesi, queste preparazioni non sono facilmente disponibili.

Animali (scimpanzé, mangabey scimmie, e nove fasciato armadilli) raramente trasferire M. leprae all'uomo; ciò nonostante, gestire tali animali allo stato selvatico non è consigliato. Questi animali sono una fonte di infezioni endemiche.