Quali sono i sintomi di meningite?

Dopo un periodo di incubazione medio di tre a sette giorni (intervallo tra 10 giorno), pazienti infettati inizialmente sperimentare la fatica, febbre, mal di testa, e dolori muscolari, simili a quelle sperimentate da persone con l'influenza, tra cui l'influenza suina o influenza aviaria. Brividi possono essere presenti. Rash è comune e si presenta come piccoli puntini rossi (petecchie) associata a una bassa conta piastrinica o un sanguinamento nella pelle (porpora) associata a vasculite. L'eruzione cutanea può comparire in qualsiasi parte del corpo, anche sul palmo delle mani o le piante dei piedi o all'interno della bocca.

Oltre alla eruzione, esame fisico rivela un aumento del battito cardiaco e spesso una bassa pressione sanguigna e altri segni di shock. Esame di laboratorio mostrano un aumento della conta dei globuli bianchi e può mostrare la carenza di piastrine (trombocitopenia). I batteri possono diffondersi al cuore, causando miocardite. In casi gravi, diversi sistemi di organi non può riuscire, reni compresi, polmoni e vie respiratorie, fegato, o cuore. Non comunemente, i batteri possono causare un basso grado di un'infezione del sangue (meningite cronica) con febbre, dolore alle articolazioni, ed eruzione cutanea che dura una a tre settimane.

Sebbene meningococcemia riferisce ad una infezione del sangue, è importante notare che alcuni pazienti con meningococcemia svilupperà meningite meningococcica. Meningite da meningococchi, comporta un rischio più elevato di shock e morte di meningite meningococcica. Così, anche se sono definiti in modo diverso e hanno prognosi diverse, vi è una significativa sovrapposizione tra meningite e la meningite meningococcica.

La diagnosi di meningite

I pazienti sono spesso diagnosticati presuntivamente con meningite da meningococchi, dalla storia del paziente e l'esame fisico, ma una diagnosi definitiva di solito si cerca. Questa diagnosi presuntiva è importante perché il trattamento deve essere iniziato il più presto possibile se si sospetta meningite. Meningite viene diagnosticata da coltura N. meningitidis da un campione di sangue.

I batteri crescono in 1-2 giorni nella maggior parte dei casi, e metodi biochimici sono utilizzati per identificare come N. meningitidis. Campioni della crescita può anche essere colorati ed esaminati al microscopio per rilevare l'aspetto caratteristico doppio fagiolo dei batteri, sebbene i test biochimici sono necessari per la diagnosi definitiva.

In alcuni casi, raschiati cutanei da lesioni pustolose può rivelare gli organismi; altri ricercatori hanno utilizzato occasionalmente un test PCR per rilevare N. meningitidis.

Qual è la prognosi della meningite?

Tassi di letalità per meningite da meningococchi sono alto come 19% nei paesi industrializzati, ma probabilmente media 8%. I pazienti che presentano prima con sintomi più lievi e normale sistema immunitario sono ancora a rischio, ma i tassi di mortalità sono più bassi. Nei paesi in via di sviluppo, tassi di mortalità raggiunge 70%. I pazienti con infezioni gravi possono richiedere l'amputazione degli arti a causa di ischemia o bassa pressione sanguigna. Altre complicazioni possono comprendere nervo, muscolari e problemi cardiaci, e l'artrite e raramente, importante emorragia surrenale (chiamato Waterhouse-Friderichsen sindrome).