Come viene diagnosticato il sangue nelle urine?

La valutazione di sangue nelle urine consiste nel prendere una storia, esecuzione di un esame fisico, valutare l'urina sotto un microscopio, e ottenendo una cultura di urine. Sintomi del basso tratto urinario, come urgenza (sentire un forte bisogno di urinare) e frequenza (bisogno di urinare frequentemente), nonché la presenza di febbre e / o brividi sono indicativi di un'infezione. Trauma recente, anche se ritenuto dal paziente sia stato irrilevante, dovrebbe essere considerata come una causa potenziale. Addominale e / o dolore al fianco, soprattutto se si irradia alla inguinale o la zona genitale, può suggerire calcoli renali. Tutti i farmaci recenti, tra cui le vitamine o integratori a base di erbe, dovrebbero essere riesaminate con il fornitore di assistenza sanitaria. Tuttavia, È importante notare che anche se il paziente sta prendendo un farmaco che è associato con sanguinamento, un workup completo (come elencato di seguito) dovrebbe comunque essere effettuata.

L'esame fisico si concentrerà sulle possibili fonti di ematuria. Lividi sulla schiena o dell'addome può indicare un trauma. Un esame rettale digitale deve essere eseguita, come risultati coerenti con prostatite (per esempio, dolorabilità alla palpazione della prostata) o un ingrossamento della prostata (allargamento suggestivi di BPH o benigna della ghiandola prostatica) può essere utile in una diagnosi. Una ripetizione delle urine, nonché un Urinocoltura, dovrebbe essere ottenuto. La presenza di globuli bianchi su analisi delle urine è più coerente con una infezione delle vie urinarie. Proteina, glucosio, o sedimenti nelle urine può indicare la presenza di una malattia dei reni. Gli esami del sangue sono importanti anche, in quanto sarà di aiuto nella valutazione della funzione renale e individuare eventuali alterazioni della coagulazione.

Oltre alla storia di base ed esame fisico, ci sono tre componenti aggiuntivi per ogni workup di ematuria: TC, urine citologia, e la cistoscopia.

La TAC è una valutazione di imaging del tratto urinario. Prima della procedura, il paziente beve un agente orale e di un colorante di contrasto viene iniettato per via endovenosa. Il paziente passa quindi attraverso la macchina TAC e le immagini sono prese dell'addome e della pelvi. Un altro test che può essere effettuata, il pielogramma endovenoso (IVP), è anche un tipo di raggi X valutazione del tratto urinario. In questa procedura, un colorante viene iniettata nella vena, e filtrata dal tratto urinario. Una serie di raggi X vengono poi portati in un periodo di 30 minuti per cercare anomalie. Il TC viene più comunemente eseguita rispetto IVP per valutare il tratto urinario e deve essere considerato il test di scelta. Entrambi questi studi sono particolarmente utili per valutare i reni e ureteri, ma non la vescica, prostata, o dell'uretra. Quindi, una seconda prova chiamato cistoscopia è necessario. Questa è una semplice procedura di 10 minuti in cui una sottile, cistoscopio flessibile (o la fotocamera a fibre ottiche) viene inserito tramite l'uretra nella vescica per visualizzare direttamente eventuali lesioni o fonti di sanguinamento. Questo è solitamente fatto con anestesia locale gelatina iniettato nell'uretra. Infine, citologia dell'urina comporta dare un campione di urina da analizzare da un patologo per la presenza di cellule cancerose o anormale di aspetto.